The Supper2.jpg
SIMONE MIANI
Passionate about the logics that lie at the base of the human behaviour, my artistic research explores in a vertical way the self and the individual. Over the years, through pictures, installations and the environmental art, my works have as main themes the human condition, the perception and the plurality of the “Self”.
My work offers a vision, possibly non-judging, of the subject while interacting with objects of daily life, lonesome, communicating with other bodies and in always different environments. The intent is to immortalize the snapshot of the condition of being, spotlighting its plurality, its inconsistencies, its recondite aspects. Combining images,structures and environments which deconstruct perception, I imagine and create a direct and concrete relationship between the work and its observer.
Study - Nose and Ladybug-1.jpg
SIMONE MIANI
Passionate about the logics that lie at the base of the human behaviour, my artistic research explores in a vertical way the self and the individual. Over the years, through pictures, installations and the environmental art, my works have as main themes the human condition, the perception and the plurality of the “Self”.
My work offers a vision, possibly non-judging, of the subject while interacting with objects of daily life, lonesome, communicating with other bodies and in always different environments. The intent is to immortalize the snapshot of the condition of being, spotlighting its plurality, its inconsistencies, its recondite aspects. Combining images,structures and environments which deconstruct perception, I imagine and create a direct and concrete relationship between the work and its observer.
Fantasia 70x59cm _092118.jpg
ANDREA
MAZZOLI
Andrea Mazzoli, Italia, 1964
Pittore iperrealista, poeta, cantastorie, memoria di un'epoca passata che rivive nelle sue tele delicate e silenziose. Una storia, quella dell'uomo e del suo amore per la natura, che si fonde in un amplesso incantato, un amore tagliato da infiniti fili d'erba, solcato da paesaggi ombrosi e corrosivi, carezzato dalle segrete creature del bosco; una storia che ritorna infinite volte tra le mani, toccando i suoi muri antichi, vivendo con lo sguardo uno ad uno gli strumenti di un lavoro trascorso e mai perduto.
E' una marea incontenibile. Essa penetra nella nostra memoria, s'infrange, lascia lo stupore a scavare dentro ai nostri occhi.
Il suo indiscusso e riconosciuto talento ci fa tornare bambini; il miracolo, dietro l'apparente immobilità delle cose, trasforma i ricordi in un canto spiegato.
Autodidatta, fin dai suoi esordi Andrea Mazzoli ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti dalla critica ed ha esposto nelle principali Fiere d'Arte Internazionali.
Vive e lavora a Maniago, Pordenone
Continenti 70x70cm _092630.jpg
ANDREA MAZZOLI
Andrea Mazzoli, Italia, 1964
Pittore iperrealista, poeta, cantastorie, memoria di un'epoca passata che rivive nelle sue tele delicate e silenziose. Una storia, quella dell'uomo e del suo amore per la natura, che si fonde in un amplesso incantato, un amore tagliato da infiniti fili d'erba, solcato da paesaggi ombrosi e corrosivi, carezzato dalle segrete creature del bosco; una storia che ritorna infinite volte tra le mani, toccando i suoi muri antichi, vivendo con lo sguardo uno ad uno gli strumenti di un lavoro trascorso e mai perduto.
E' una marea incontenibile. Essa penetra nella nostra memoria, s'infrange, lascia lo stupore a scavare dentro ai nostri occhi.
Il suo indiscusso e riconosciuto talento ci fa tornare bambini; il miracolo, dietro l'apparente immobilità delle cose, trasforma i ricordi in un canto spiegato.
Autodidatta, fin dai suoi esordi Andrea Mazzoli ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti dalla critica ed ha esposto nelle principali Fiere d'Arte Internazionali.
Vive e lavora a Maniago, Pordenone